.orizzontale li { display:inline; list-style-type:none; padding-right:4px; float:left;}

"Nella mente del serial killer", il seminario con Carmelo Lavorino: noi c'eravamo

Scritto da  Mercoledì, 04 Aprile 2018 08:04
Vota questo articolo
(0 Voti)
Letto 234 volte Ultima modifica il Mercoledì, 04 Aprile 2018 08:14

Si è svolto sabato 24 marzo 2018 a Roma il SEMINARIO DI STUDI “NELLA MENTE DEL SERIAL KILLER – METODOLOGIE DI ANALISI CRIMINALE”. L'evento, organizzato dal CESCRIN (Centro Studi Investigazione Criminale), ha visto la partecipazione di numerosi appassionati e motivati aderenti, tra cui anche l’investigatore privato dott. Domenico Rinaldi direttore dell’Agenzia di Investigazioni Private omonima. Relatori del seminario sono stati, oltre al criminologo prof. Carmelo Lavorino, noto per essersi occupato di numerosi casi tra cui il Mostro di Firenze, l’omicidio di Serena Mollicone e molti altri ancora, il prof. Francesco Sidoti stimato criminologo, già Presidente del Corso di laurea in scienze dell’investigazione dell’Università di L’Aquila, il dott. Enrico Delli Compagni psicologo e il prof. Marco Cannavicci psichiatra forense. Durante lo svolgimento del seminario si è sviluppata un'interessante disamina sui moventi, gli stimoli, le pulsioni e le situazioni che spingono i serial killer ad agire in un determinato modo, tale disamina ha evidenziato sia l’aspetto psicologico motivazionale sia quello investigativo. In particolare è stato analizzato il caso di Donato Bilancia il più noto serial killer degli ultimi 30 anni, autore di ben 17 omicidi. Il seminario ha dato numerosi nuovi spunti di interesse investigativo e psicologico. Nei prossimi mesi sono previsti nuovi e approfonditi studi sull’argomento.

Seguici Su Facebook

Vuoi maggiori informazioni? CONTATTACI QUI!