.orizzontale li { display:inline; list-style-type:none; padding-right:4px; float:left;}
Blog

Blog (13)

Venerdì, 13 Ottobre 2017 08:03

Infedeltà coniugale, cosa fare

Scritto da

di Domenico Rinaldi

Cosa fare nel aso in cui si sospetta dell’infedeltà coniugale da parte del proprio partner?

È forse il momento più critico del rapporto coniugale e va gestito senza farsi prendere dall’emotività e quindi c’è bisogno di lucidità.

È questo il momento in cui bisogna ottenere prove certe che documentino l’infedeltà, prove la cui veridicità non può essere messa in dubbio in alcun modo.

Nel caso in cui si decida di procedere ad eventuale causa di separazione questo fatto può comportare gravi ripercussioni, in particolare nel caso in cui si decida di interrompere il rapporto ci possono essere conseguenze economiche anche molto importanti negli anni successivi alla separazione.

L’iter che conduce alla separazione per infedeltà prevede uno specifico percorso attraverso cui i due coniugi si devono rapportare in sede giudiziale.

Non tutti sanno che quando ci si trova davanti a situazioni di questo genere è possibile addebitare i costi giudiziari alla persona responsabile dell’adulterio, che è tenuta  a sostenerli solo nel caso in cui il suo tradimento viene effettivamente accertato e comprovato davanti ad un giudice. E' quindi necessario stabilire e presentare un legame di causalità tra infedeltà e l’insostenibilità della convivenza. Quindi, per evitare di dover sostenere le spese processuali di una eventuale separazione per infedeltà, bisogna pervenire e presentare le prove che attestino sia il tradimento che la presenza di una crisi coniugale iniziata solo in seguito all’infedeltà.

Ma quali sono le cause di un tradimento, dell’infedeltà coniugale:

la prima  è sicuramente l’insoddisfazione sessuale, questa è una delle cause fondamentali dell’infedeltà il marito tradisce la moglie e viceversa più frequentemente quando c’è un basso livello di soddisfazione sessuale;

la seconda una comunicazione negativa, l’utilizzo di commenti negativi, conflitti, insulti diretti, alcuni studi hanno osservato una codifica nel comportamento al fine di individuare i comportamenti che favoriscono il tradimento:

la terza la lettura del pensiero, quando c’è un tradimento si utilizza in modo più frequente la lettura del pensiero ovvero si presume di poter sapere cosa l’atro sta pensando in un dato momento, il problema è che spesso non si indovina quasi mai, questo genera ovviamente delle incomprensioni. Insomma ci fidiamo troppo del nostra sesto senso e questo ci fa sbagliare;

la quarta è il sarcasmo, questa nasconde spesso dell’aggressività repressa e alla lunga funziona essa è perfettamente sovrapponibile ad un commento negativo e distrugge la coppia. I coniugi diventano un’arena di combattimento di botte e risposte e una delle risposte può essere proprio il tradimento;

la quinta e il contatto visivo, i coniugi che hanno una scarsa relazione sentimentale utilizzano meno il contatto visivo ovvero si guardano meno negli occhi, una buona parte della comunicazione tra le persone avviene a livello non verbale. Le coppie che sono molte legate tendono ad utilizzare maggiormente il contatto visivo.

Le cause dell’infedeltà coniugale sono moltissime, a volte anche la psicopatologia del marito o della moglie, come ad esempio la gelosia ossessiva, o la gelosia delirante,  la paranoia, diventando purtroppo patologie di coppia.

Le tipologie di infedeltà sono tante e ognuna riflette la storia personale dell’individuo, vediamone alcuni tipi:

l’infedele trasmesso da uno dei due genitori o da entrambi, si tratta in genere di uomini o donne che non sono usciti dal condizionamento del nido, non si sono resi simbolicamente orfani dei propri genitori non sono esser singolari e irripetibile nella loro vera identità;

l’infedeltà per colmare un vuoto, una mancanza del periodo infantile un desiderio non esaurito nel periodo dell’adolescenza;

l’infedeltà omosessuale, che avviene nelle coppie eterosessuali e può esser causata dal fatto di non aver sperimentato nella seconda infanzia i giochi fra compagni dello stesso sesso, come ad esempio mimando un rapporto sessuale degli adulti, una predilezione che non e dovuta quasi mai a tendenze omosessuali. Tali giochi puramente esplorativi purché non vi partecipino ragazzi più grandi che vivono una sessualità diversa accompagnano il bambino ad una maggiore consapevolezza della propria sessualità;

l’infedeltà per vendetta, intesa a voler riscattare un tradimento subito dal partner, in questo caso il tradito rimane vittima della ferita dell’orgoglio narcisistico soprattutto se l’uomo a subire il tradimento poiché e sempre stato abituato ad una dimensione per la quale la sua supremazia non può essere messa in discussione. Incastra se stesso per l’incapacità di comprendere e perdonare. La persona narcisista è selettiva intollerante che reclama per se stesso azioni costanti e illimitate destinate a sgretolarsi in relazioni insostenibili che lasciano campo libero al tradimento;

l’infedeltà per gioco di potere, tipica degli individui che nascondono la paura della sconfitta e non conoscono la smacco del fallimento. La persona si erge come dominante di sé e del mondo, è una tipologia di tradimento più pericolosa sia per il dominante che per il dominato in quanto possono emergere dinamiche sadomasochiste per la spietata personalità del ruolo che deve assumere il dominatore;

l’infedeltà per uscire da una relazione insoddisfacente che non nutre più non le regala l’energia e il sostentamento di un tempo;

l’infedeltà come strumento per rinnovare il rapporto di coppia, che vive il logoramento e  l’inappagamento della sfera sessuale;

l’infedeltà per voyeurismo, è tipica del voyeur o come spesso si dice guardone è una persona che per raggiungere l’eccitamento e la soddisfazione sessuale ha bisogno di incamerare un certo tipo di immagini in particolare quelle genitali di un’altra persona;

l’infedeltà attraverso l’utilizzo di siti, chi si aggira fra i vari siti della rete e che cerca un fotogramma che possa soddisfarlo per vivere la propria sessualità;

l’infedeltà in chat alla ricerca di un compagno e/o compagna di rete esclusivamente per sesso e per essere ascoltati o compresi, per affetto, per non sentirsi soli.

Ecco alcuni dei principali comportamenti sospetti:

-il partner ha cambiato il modo in cui utilizza il cellulare quando rientra a casa lo mette in modalità silenzioso o lo spegne;

-frequenti squilli anonimi;

-telefono spesso occupato per molto tempo;

-ci sono applicazioni all’interno del proprio smartphone che necessitano di password per accedere ai contenuti;

-nel dettaglio del traffico fornito dall’operatore sono presenti chiamate o messaggi ricorrenti ad un numero sconosciuto;

-frequenti connessioni a whatsupp o altre chat oppure oscura l’orario di visualizzazione connessione;

-porta ovunque con se il telefonino, spesso anche in bagno;

-per entrambi i sessi il cambiamento di abitudini e comportamenti può essere indice di tradimento

-cambiamento delle proprie abitudini alimentari, inizio di una dieta;

-maggiore cura del proprio corpo;

-maggiore attenzione nella scelta dell’abbigliamento anche intimo;

-nuove frequentazioni cene con amici;

-ritardi sempre più frequenti con giustificazioni poco credibili;

-frequenti uscite con amici/amiche;

-l’utilizzo di strumenti informatici può essere il principio numerosi sono i siti di incontri anche con persone sposate:

-utilizzo prolungato del pc, anche dopo l’orario di lavoro;

-cancellazione della cronologia dei siti visitati;

-presenza di cartelle con password;

-utilizzo intenso di social network quali face book.

Se riscontrate alcuni dei comportamenti sospetti bisogna che non vi improvvisiate investigatori.

Cercate di stare calmi per quanto è possibile e affidatevi a chi come la nostra agenzia ha maturato esperienza nel gestire questo tipi di situazioni. In molti casi i sospetti di tradimento sono frutto di errate deduzioni e conclusioni affrettate.

Solo un team esperto e professionale come quello della nostra agenzia può aiutarti a non sbagliare ed ottenere le risposte inconfutabili. Lavoriamo sempre con la speranza che non ce ne sia bisogno, ma le prove raccolte dai nostri investigatori con foto e video saranno valide in sede giudiziaria e nel rispetto della privacy delle persona coinvolte.

Affidarsi alla professionalità dell’agenzia di investigazioni Rinaldi ti solleverà da qualsiasi sospetto e vivrai libero da ogni dubbio.

 

 

Mercoledì, 21 Dicembre 2016 17:10

Pago i rifiuti se la casa è vuota?

Scritto da

Tassa sui rifiuti: cos’è e quali sono i presupposti. Normativa di riferimento e applicazioni della tari per gli immobili disabitati.

Il possesso di una casa è fortemente condizionato da molteplici balzelli e tutto ciò, per chi ha o vive in un immobile, tra costi di gestione e varie tassazioni, si rivela come un bel problema da risolvere. In particolare, imu, tasi, tari e tares sono gli acronimi delle odiose tasse a carico del proprietario o del cittadino residente di turno.

Mercoledì, 21 Dicembre 2016 16:59

Un politico può essere arrestato da un cittadino?

Scritto da

Se un politico (anche un parlamentare) sta commettendo un reato per il quale è previsto l’arresto obbligatorio in flagranza, un cittadino comune può arrestarlo

Incredibile ma vero, se un uomo politico sta commettendo un reato grave, compreso tra quelli per i quali la legge prevede l’arresto obbligatorio in flagranza, anche un semplice cittadino può arrestarlo e consegnarlo, senza ritardo, alla polizia giudiziaria. Cerchiamo di capire quali sono i casi in cui è possibile.

 

Cos’è la flagranza?

La flagranza è lo stato in cui si trova chi:

Quali giustificazioni puoi dare nel caso in cui non ti trovino quando arriva la visita fiscale? Ecco cosa puoi dire e cosa no.

Il caso in cui arriva la visita fiscale mentre si è in malattia e non trova il malato in casa è uno dei più pericolosi da un punto di vista del lavoratore.

La visita fiscale è difatti un accertamento che è teso a verificare la veridicità della malattia, di conseguenza un’assenza potrebbe generare importanti conseguenze.
Ecco allora quali sono le giustificazioni ammissibili nel caso in cui non si sia disponibili a ricevere la visita.

Pagina 2 di 2

Seguici Su Facebook

Vuoi maggiori informazioni? CONTATTACI QUI!